logoFirenzeScienza

 

Istituto Geografico Militare

 

Inizio  
Via C. Battisti, 10
50122 Firenze (FI)

tel. 05527321
fax 055282172
sito web http://www.nettuno.it/fiera/igmi/igmit.htm

PubblicoOrgano ufficiale dello Stato per la cartografia

Michele Corrado, Direttore

fondato nel 1871
storia: È l'erede degli Uffici Topografici Militari degli Stati preunitari. Nasce nel 1871 per riunire, ordinare e ampliare il patrimonio cartografico dello Stato. Da allora svolge la sua funzione con attività di acquisizione di dati, costruzione cartografica e preparazione di materiale cartografico per il pubblico.

COLLEZIONE
Collezione cartografica
descrizione: Composta da circa 36.000 carte, di cui 10.000 della serie storica. Comprende carte antiche degli Stati preunitari fino al 1860 circa; una serie storica di carte in scala 1:25.000 che va dal 1874 ai giorni nostri e copre l'intero territorio nazionale; carte delle ex colonie italiane e di luoghi raggiunti dagli interessi italiani (serie senza copertura omogenea). La collezione è accessibile integralmente attraverso catalogo informatico ragionato.
numero reperti: 36.000 circa
stato di conservazione: Mediocre
area disciplinare: Tecnico-Scientifica e Industriale
inventario: cartaceo Si, informatico Si
catalogo: cartaceo Si, informatico Si
epoca di formazione della collezione: Secolo XVII Secolo XVIII Secolo XIX Secolo XX
datazione dei reperti: Secolo XVI Secolo XVII Secolo XVIII Secolo XIX Secolo XX
attività di restauro e/o preparazione: Sì. L'Istituto fa ricorso a restauratori professionali esterni. Una particolare attenzione è rivolta alle carte antiche.
epoca di acquisizione della raccolta: 1871
titolarità della raccolta: proprietà
ente proprietario: Istituto Geografico Militare
responsabile della collezione: Alessandro Del Meglio, Caposezione della Sezione Archivio topocartografico

COLLEZIONE
Collezione di lastre da incisione in rame
descrizione: Collezione di 2.616 lastre da incisione in rame, in gran parte del XVIII secolo, e in vetro, appartenenti al XX secolo. Le lastre provengono da diversi Stati italiani preunitari e sono state prodotte dal laboratorio chimico dell'Istituto, sopravvissuto fino a cinque anni fa. Le più antiche sono tirate a bulino, le più tarde ad acquaforte. Per la riproduzione delle lastre di rame venne impiegata anche la galvanoplastica. Fanno parte della collezione anche emulsioni fotografiche di epoca più recente.
numero reperti: 250.000 circa
stato di conservazione: Discreto
area disciplinare: Tecnico-Scientifica e Industriale
inventario: cartaceo No, informatico No
catalogo: cartaceo No, informatico No
epoca di formazione della collezione: Secolo XX
datazione dei reperti: Secolo XVIII Secolo XIX Secolo XX
attività di restauro e/o preparazione: Sì. È stata avviata un'operazione complessiva di restauro delle lastre di vetro. I rami, in peggiori condizioni, sono in attesa di un progetto di restauro.
epoca di acquisizione della raccolta: 1871
titolarità della raccolta: proprietà
ente proprietario: Istituto Geografico Militare
responsabile della collezione: Alessandro Del Meglio, Caposezione della Sezione Archivio topocartgrafico

COLLEZIONE
Collezione di strumenti astronomici e topografici
descrizione: Collezione di strumenti astronomici e topografici provenienti dagli Stati preunitari, in larga parte dal Regno delle due Sicilie. Si tratta soprattutto di strumenti francesi e austriaci. A partire dalla nascita dello Stato Italiano, con la costituzione dell'Istituto, gli strumenti vennero prodotti dall'officina interna, impiegando talvolta anche meccanici esterni. In alcuni casi le maestranze interne dettero vita a importanti realtà produttive private, come nel caso della ditta Salvadori. Infine la collezione comprende strumenti di alta precisione del primo Novecento.
numero reperti: 400 circa
stato di conservazione: Buono
area disciplinare: Tecnico-Scientifica e Industriale
inventario: cartaceo Si, informatico Parziale
catalogo: cartaceo Si, informatico No
epoca di formazione della collezione: Secolo XVIII Secolo XIX Secolo XX
datazione dei reperti: Secolo XVII Secolo XVIII Secolo XIX Secolo XX
attività di restauro e/o preparazione: Sì. Viene assicurata l'attività di manutenzione ordinaria degli strumenti, che in genere sono in buone condizioni.
epoca di acquisizione della raccolta: 1871
titolarità della raccolta: proprietà
ente proprietario: Istituto Geografico Militare
responsabile della collezione: Antonio Finizio, Direttore della biblioteca

SPAZI ESPOSITIVI
Le collezioni sono esposte in armadi e vetrine collocati in corridoi poco illuminati. Si sta procedendo alla sostituzione delle carte esposte con copie. Gli strumenti sono esposti, in alcuni casi, in vetrine collocate in ambienti di passaggio.
superficie espositiva dedicata: 0m2
superficie espositiva condivisa: 400m2
superficie ad uso di deposito: 300m2

PERSONALE
dipendenti: 15
contrattisti: 0
volontari: 0

APERTURA
apertura al pubblico: Su richiesta
orario di apertura: lun.-ven. 8.30-12.00 ( su richiesta)
costo del biglietto: 0 Euro
ingressi paganti: 0
ingressi gratuiti: 2000
visita guidata: Si (obbligatoria)
bookshop: Si
materiale informativo: No

BIBLIOTECA, ARCHIVIO STORICO, FOTOTECA
Sono disponibili cataloghi ragionati, schede sui singoli oggetti, schede tematiche. Un database di tutte le carte è in via di completamento e sarà disponibile al pubblico, probabilmente nel 2003. In costruzione una mediateca comprendente 15.000 CD Rom, destinata alla consultazione pubblica.
numero volumi biblioteca: 80000
numero documenti archivio: 5000
numero immagini: 40000

LABORATORI
laboratorio fotografico:
laboratorio di restauro:
laboratorio didattico: No

NUOVE TECNOLOGIE
utilizzo nuove tecnologie: Sì. Archivio informatizzato. È in via di completamento l'informatizzazione delle carte.

PUBBLICAZIONI (1998-2000)
«L'Universo. Geografia, Cartografia, Studi urbani, territoriali e ambientali», bimestrale; «Il Bollettino di Geodesia e Scienze Affini»; bimestrale; catalogo annuale dei quadri di unione.
studi e ricerche: 36
cataloghi e guide: 3
pubblicazioni informatiche: 0

BIBLIOGRAFIA ESSENZIALE
- CARLÀ, M., MODENI, A., PORCINO, N., Cento anni di lavori geodetici e scientifici dell'Istituto Geografico Militare, «Bollettino di Geodesia e Scienze Affini», XLIII (1984), 2, pp. 154-177, 4, pp. 363-404
- Catalogo dei quadri di unione 2001, Firenze, Istituto Geografico Militare, 2001
- Catalogo generale descrittivo degli strumenti geodetici e topografici dell'Istituto Geografico Militare, Firenze, Barbera, 1922
- MAURASSI, A., La tradizione cartografica italiana, Firenze, Istituto Geografico Militare, 1950

persone intervistate: Alessandro Del Meglio, Caposezione della Sezione Archivio topocartografico; Paolo Boni, Topografo della Scuola dell'Istituto
data compilazione: 12/21/2001
compilatore: Carlo Triarico
Portone d'ingresso dell'Istituto
Salone della Biblioteca
Bussola Garnachon
Ripresa aerea del centro di Firenze, 1936
Teodolite complesso, detto Grande Universale di Bamberg
Livello di Troughton e Simms
Disposizione dell'officina fotomeccanica dell'Istituto, all'inizio del '900
Teodolite, detto Piccolo Universale di Repsold
La sede storica, in una foto del 1936
Sestante Potter
Tavoletta pretoriana
Carta geografica della Toscana, XVII secolo
Inizio Aprile 2002