Museo Ornitologico "Carlo Beni"
Inizio

 Censimento delle Collezioni Scientifiche in Toscana - Aprile 2003

 

Via Montegrappa, 2
52017 Stia (AR)

tel. 0575504596
fax 0575504596
e-mail stia.comune@tin.it
sito web http://www.comune.stia.ar.it/turismo/musei/museo_beni.asp

tipologia: Museo
natura giuridica: Pubblico - Ente comunale

Roberto Frulloni, Responsabile

fondato nel 1990
storia: Il Museo trae origine dalla collezione dell'avvocato e notaio casentinese Carlo Beni, naturalista e storico dilettante, autore di una nota "Guida del Casentino" pubblicata nel 1881. La raccolta fu costituita nella seconda metà dell'Ottocento, rivolgendosi a cacciatori e uccellatori della vallata. I rapporti che Beni ebbe con Enrico Hillyer Giglioli, fondatore della Collezione Ornitologica Italiana presso il Museo della Specola di Firenze, gli consentirono di dare solide basi scientifiche al suo lavoro. La raccolta è attualmente ospitata nel Palagio Fiorentino.

COLLEZIONE:
Collezione ornitologica
descrizione: La raccolta comprende 173 diverse specie di uccelli (rapaci, acquatici, passeriformi e migratori) rappresentative dell'avifauna del territorio casentinese. Tra i pezzi di maggior pregio, due picchi dalmatini, due chiurlottelli e cinque aquile reali.
numero reperti: 516
stato di conservazione: Buono
area disciplinare: Naturalistica
inventario: cartaceo Parziale , informatico No
catalogo: cartaceo No , informatico No
epoca di formazione della collezione: Secolo XIX 
datazione dei reperti: Secolo XIX Secolo XX 
attività di restauro: Sì. La collezione è stata restaurata nel 1990 dal Comune di Stia, in collaborazione con il Museo della Specola di Firenze.
epoca di acquisizione della raccolta: XX secolo
titolarità della raccolta: proprietà
ente proprietario: Comune di Stia
responsabile della collezione: Roberto Frulloni, Responsabile

superficie espositiva dedicata: 120m2
superficie espositiva condivisa: 0m2
superficie ad uso di deposito: 0m2

PERSONALE
dipendenti: 2
contrattisti: 0
volontari: 0

APERTURA
apertura al pubblico: Si
orario di apertura: Maggio: sab.-dom. e festivi 9.00-12.30. Giugno: sab.-dom. 9.00-12.30, 15.30-18.00. Luglio: gio.-dom. 9.00-12.30, 15.30-18.00. Agosto: mar.-gio. 9.00-12.30; ven.-dom. e festivi 9.00-12.30, 15.30-18.00; mer.-sab. 21.00-23.00. Settembre: sab.-dom. 9.00-12.30
costo del biglietto: intero €3 riduzioni € 2,00
ingressi a pagamento: 600
ingressi gratuiti: 100
visita guidata: Si (su richiesta)
bookshop: No
materiale informativo: Si. Brochure e Guida, edita dalla Provincia di Arezzo nel 1997.

BIBLIOTECA, ARCHIVIO STORICO, FOTOTECA
volumi biblioteca: 0
documenti archivio: 0
numero immagini: 0

LABORATORI
laboratorio fotografico:No
laboratorio di restauro:No
laboratorio didattico:No

NUOVE TECNOLOGIE
utilizzo nuove tecnologie: Sì. Sito Internet.

PUBBLICAZIONI (1998-2000)
studi e ricerche: 0
cataloghi e guide: 0
pubblicazioni informatiche: 0

persone intervistate: Patrizia Batisti, Biblioteca Comunale di Stia
data compilazione: 06/12/2002
compilatore: Stefania Mangia
Falco cuculo...
Gufo reale (...
Cicogna Nera...

Inizio