Museo del Lavoro e delle Tradizioni Popolari della Versilia Storica
Inizio

 Censimento delle Collezioni Scientifiche in Toscana - Aprile 2003

 

Via del Palazzo, 358
55047 Seravezza (LU)

tel. 0584756100
fax 0584757443
e-mail palazzomediceo@comune.seravezza.lucca.it, uturismo@comune.seravezza.lucca.it
sito web http://luccapro.cribecu.sns.it/ITA/MUS/MUS_S0031/index.asp

tipologia: Museo
natura giuridica: Pubblico - Ente comunale

Costantino Paolicchi, Direttore

fondato nel 1980
storia: Il Museo fu istituito dal Consiglio Comunale di Seravezza nel 1980 con lo scopo di illustrare le attività produttive della zona e la loro evoluzione storica: l'industria del marmo, particolarmente importante grazie alle cave del Monte Altissimo, l'estrazione di minerali e la lavorazione del ferro e altre attività artigiane e agricole. Allestito nel cinquecentesco Palazzo Mediceo a partire dal 1994, è aperto al pubblico dal 1996. Il percorso espositivo, articolato in 11 sale, presenta strumenti da lavoro tipici del territorio versiliese, in parte dono di privati e in parte raccolti da un gruppo di volontari dal 1973 in poi; è affiancato da una sala da proiezione.

COLLEZIONE:
Collezione di strumenti da lavoro
descrizione: La collezione, che raccoglie attrezzi da lavoro databili dalla fine del Settecento alla metà del Novecento, si articola in diverse sezioni. La sezione dell'agricoltura comprende sale dedicate alla vigna e alla cantina, al lavoro agricolo in montagna e in campagna. La sezione dell'industria marmifera espone attrezzi e strumenti per l'escavazione, il trasporto, la lavorazione e la scultura del marmo. La sezione delle miniere e delle ferriere conserva attrezzi per l'estrazione mineraria e oggetti di produzione locale. Un'ultima sezione è dedicata alle attività domestiche, illustrate attraverso la ricostruzione di ambienti quali la cucina e la stanza per la tessitura.
numero reperti: 2.000 circa
stato di conservazione: Buono
area disciplinare: Tecnico-Scientifica e Industriale
inventario: cartaceo Si , informatico Si
catalogo: cartaceo No , informatico No
epoca di formazione della collezione: Secolo XX 
datazione dei reperti: Secolo XVIII Secolo XIX Secolo XX 
attività di restauro: Sì. I reperti sono sottoposti a restauro conservativo.
epoca di acquisizione della raccolta: 1980
titolarità della raccolta: proprietà e comodato
ente proprietario: Comune di Seravezza e privati
responsabile della collezione: Costantino Paolicchi, Direttore

SPAZI ESPOSITIVI
Undici sale al secondo piano della Villa Medicea. I reperti sono esposti sui propri supporti o in teche di vetro.
superficie espositiva dedicata: 500m2
superficie espositiva condivisa: 0m2
superficie ad uso di deposito: 40m2

PERSONALE
dipendenti: 1
contrattisti: 2
volontari: 0

APERTURA
apertura al pubblico: Si
orario di apertura: Inverno: mar.-dom. 15.00-19.30. Estate: mar.-dom. 16.00-22.00
costo del biglietto: intero €5 riduzioni € 3,00
ingressi a pagamento: 9000
ingressi gratuiti: 6000
visita guidata: Si (su richiesta)
bookshop: No
materiale informativo: Si. Depliant.

BIBLIOTECA, ARCHIVIO STORICO, FOTOTECA
volumi biblioteca: 500
documenti archivio: 0
numero immagini: 2000

LABORATORI
laboratorio fotografico:No
laboratorio di restauro:No
laboratorio didattico:No

NUOVE TECNOLOGIE
utilizzo nuove tecnologie: Sì. Sito Internet in costruzione. Guida multimediale interattiva, consultabile presso il Museo.

PUBBLICAZIONI (1998-2000)
studi e ricerche: 0
cataloghi e guide: 0
pubblicazioni informatiche: 0

ANNOTAZIONI
Il costo del biglietto può variare in relazione alle mostre temporanee ospitate nella Villa Medicea.

persone intervistate: Costantino Paolicchi, Direttore
data compilazione: 17/01/2003
compilatore: Francesco Marchetti + LM
La Villa Med...
Trombe da cava.
Cascione in ...
Torchio per ...

Inizio