Museo di Storia Naturale dell'Università degli Studi di Firenze - Sezione Orto Botanico "Giardino dei Semplici"
Inizio

 Censimento delle Collezioni Scientifiche in Toscana - Aprile 2003

 

Via P.A. Micheli, 3
50121 Firenze (FI)

tel. 0552757402
fax 0552758438
e-mail ortbot@unifi.it
sito web http://www.unifi.it/msn/main_ita.htm

tipologia: Orto botanico
natura giuridica: Pubblico - Ente statale - Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

Piergiorgio Malesani, Commissario del Museo; Paolo Grossoni, Responsabile della Sezione

fondato nel 1545
storia: Il Giardino dei Semplici fu istituito nel dicembre 1545 da Cosimo I de' Medici, perché vi si coltivassero piante medicinali. È uno dei più antichi al mondo. Uno dei periodi di maggior prestigio dell'Orto iniziò nel 1718, quando venne affidato alle cure della Società Botanica Fiorentina ed ebbe come direttore Pier Antonio Micheli. Questi incrementò le collezioni e contribuì a rendere famoso l'Orto in tutto il mondo, dandogli un'impronta di modernità e differenziando lo studio della Botanica da quello della Medicina. Alla fine del XVIII secolo l'Orto Botanico passò sotto l'Accademia dei Georgofili, diventando Orto Sperimentale Agrario. Negli ultimi anni l'attività dell'Orto ha compreso anche l'allestimento di mostre tematiche: nel 2002 sulle piante della tradizione medicinale toscana e sulle orchidee, nel 2003 sulla pittura botanica.

COLLEZIONE:
Collezione di piante
descrizione: La collezione comprende circa 4400 esemplari divisi in vari gruppi: piante medicinali, Cicadee, Felci, Bromeliacee, Palme, Agrumi, Begonie, Orchidee, Aracee, Succulente, Alimentari, Carnivore, Piante del Serpentino. Alcuni esemplari sono ricoverati durante il periodo invernale nelle serre, calde o fredde, altri vegetano all'aria aperta. L'esemplare più antico è un Taxus baccata piantato nel 1720. Esistono altri tre alberi "monumentali": Quercus suber, Zelcowa crenata, Taxodium didistichum. Gli allestimenti più recenti sono stati realizzati con particolare attenzione al territorio toscano, introducendo piante endemiche: arbusti mesofili, serpentinofite, selvatiche commestibili, progenitrici selvatiche di fruttiferi, medicinali della tradizione popolare.
numero reperti: 4.400 circa
stato di conservazione: Buono
area disciplinare: Naturalistica
inventario: cartaceo No , informatico No
catalogo: cartaceo Si , informatico Si
epoca di formazione della collezione: Secolo XVI Secolo XVII Secolo XVIII Secolo XIX Secolo XX 
datazione dei reperti: Secolo XVIII Secolo XIX Secolo XX 
attività di restauro: Sì. L'attività di preparazione e cura delle piante è affidata al personale interno.
epoca di acquisizione della raccolta: XVI secolo
titolarità della raccolta: proprietà
ente proprietario: Museo di Storia Naturale dell'Università degli Studi di Firenze - Sezione Orto Botanico "Giardino dei Semplici"
responsabile della collezione: Giovanna Ciuffi, Coordinatrice; Paolo Luzzi, Luciano Di Fazio, Marina Clauser, Curatori

COLLEZIONE:
Giardino storico
descrizione: Il Giardino storico, che risale a fine Settecento - inizi Ottocento, è annesso alla Villa La Quiete delle Montalve. Comprende piante da frutto, agrumi in vaso, viti e alberi, tra cui un cedro secolare. Tra le collezioni di maggior rilievo si possono ricordare la "Ragnaia", gli Agrumi e il Parco ottocentesco.
numero reperti: 414
stato di conservazione: Buono
area disciplinare: Naturalistica
inventario: cartaceo No , informatico No
catalogo: cartaceo No , informatico Si
epoca di formazione della collezione: Secolo XIX 
datazione dei reperti: Secolo XIX Secolo XX 
attività di restauro: Sì. L'attività di preparazione e cura delle piante è affidata al personale interno.
epoca di acquisizione della raccolta: XX secolo
titolarità della raccolta: proprietà
ente proprietario: Museo di Storia Naturale dell'Università degli Studi di Firenze - Sezione Orto Botanico "Giardino dei Semplici"
responsabile della collezione: Giovanna Ciuffi, Coordinatrice

SPAZI ESPOSITIVI
Lo spazio espositivo è diviso tra giardino (22.200 mq.) e serre (1.700 mq.).
superficie espositiva dedicata: 23900m2
superficie espositiva condivisa: 0m2
superficie ad uso di deposito: 0m2

PERSONALE
dipendenti: 19
contrattisti: 1
volontari: 0

APERTURA
apertura al pubblico: Si
orario di apertura: Novembre-marzo: lun.-ven. 9.00-13.00. Aprile-ottobre: mar. 9.00-13.00, 15.00-18.00; mer.-ven. 9.00-13.00
costo del biglietto: intero €3 riduzioni € 1,50; gratuito sotto 6 e oltre 65 anni
ingressi a pagamento: 4547
ingressi gratuiti: 1064
visita guidata: Si (su richiesta)
bookshop: Si
materiale informativo: Si. Guida dell'Orto e guide delle collezioni.

BIBLIOTECA, ARCHIVIO STORICO, FOTOTECA
Il fondo librario dell'Orto Botanico è consultabile solo dal personale interno.
volumi biblioteca: 500
documenti archivio: 0
numero immagini: 11500

LABORATORI
laboratorio fotografico:No
laboratorio di restauro:No
laboratorio didattico:No

NUOVE TECNOLOGIE
utilizzo nuove tecnologie: No

PUBBLICAZIONI (1998-2000)
Pubblicazioni sulle collezioni e sulle attività di ricerca effettuate dall'Orto Botanico.
studi e ricerche: 13
cataloghi e guide: 0
pubblicazioni informatiche: 0

ANNOTAZIONI
Il numero di ingressi gratuiti e a pagamento si riferisce al periodo 1 marzo - 31 dicembre 2000. Nel periodo precedente non esisteva biglietto d'ingresso ed è, quindi, impossibile indicare il numero di visitatori negli anni 1998-99 e nei primi 2 mesi del 2000.

BIBLIOGRAFIA ESSENZIALE
- AA.VV., La collezione di palme dell'Orto botanico di Firenze. Una rassegna storica sul suo sviluppo e la sua evoluzione, «Museologia scientifica», XVI (1999), 2, pp. 195-217
- BERZI, A. - CIPRIANI, C. - POGGESI, M., Musei scientifici fiorentini, «Musei e gallerie d'Italia», XXIII (1978), 65

persone intervistate: Giovanna Ciuffi, Coordinatore generale tecnico; Luciano Di Fazio, Conservatore
data compilazione: 12/12/2001
compilatore: Laura Celli
Veduta del G...
Panoramica d...
Viale del Gi...

Inizio