Museo di Oggettistica Ferroviaria di Firenze
Inizio

 Censimento delle Collezioni Scientifiche in Toscana - Aprile 2003

 

Viale Fratelli Rosselli, 5
50123 Firenze (FI)

tel. 0552356290
fax 055416057

tipologia: Museo
natura giuridica: Privato - Associazione

Vincenzo Ruocco, Responsabile

fondato nel 1994
storia: Il Museo è sorto su incarico del Responsabile dell'Area Centro-Nord delle FS, al fine di raccogliere il materiale d'interesse storico dismesso dall'azienda. Le raccolte sono state successivamente ampliate con l'inclusione di oggettistica ferroviaria di diversa provenienza. Oggi il Museo intende offrire ai visitatori una visione degli sviluppi che la ferrovia ha avuto nel tempo, soprattutto attraverso le sue fonti materiali.

COLLEZIONE:
Collezione di oggettistica ferroviaria
descrizione: La raccolta comprende materiali riguardanti i vari comparti di attività delle ferrovie. I reperti riguardano strumenti per il movimento e la trazione, gli impianti elettrici, i lavori di manutenzione, ma anche il costume, le normative e gli apparati segnaletici e iconografici.
numero reperti: 1.600 circa
stato di conservazione: Buono
area disciplinare: Tecnico-Scientifica e Industriale
inventario: cartaceo Si , informatico No
catalogo: cartaceo No , informatico No
epoca di formazione della collezione: Secolo XX 
datazione dei reperti: Secolo XIX Secolo XX 
attività di restauro: Sì. Gli oggetti, reperiti su tutto il territorio nazionale, vengono restaurati all'interno del Museo.
epoca di acquisizione della raccolta: dal 1994
titolarità della raccolta: deposito
ente proprietario: Ferrovie dello Stato - Rete Ferroviaria Italiana
responsabile della collezione: Vincenzo Ruocco, Responsabile

SPAZI ESPOSITIVI
Il Museo si compone di uno spazio esterno, dove sono esposti grandi apparati e strutture, e di uno interno, che si sviluppa su due sale grandi e otto minori, nelle quali sono ricreate ambientazioni originali ed esposti reperti e strumenti.
superficie espositiva dedicata: 4000m2
superficie espositiva condivisa: 400m2
superficie ad uso di deposito: 600m2

PERSONALE
dipendenti: 0
contrattisti: 0
volontari: 5

APERTURA
apertura al pubblico: Su richiesta
costo del biglietto: intero €0
ingressi a pagamento: 0
ingressi gratuiti: 3000
visita guidata: Si (obbligatoria)
bookshop: No
materiale informativo: No

BIBLIOTECA, ARCHIVIO STORICO, FOTOTECA
Volumi, registri, documenti, lettere, raccolte normative, bollettini.
volumi biblioteca: 600
documenti archivio: 1000
numero immagini: 100

LABORATORI
Officina interna per il recupero e il restauro dei reperti. È stato avviato un programma di sviluppo dell'attività didattica rivolto alle scuole.
laboratorio fotografico:No
laboratorio di restauro:
laboratorio didattico:No

NUOVE TECNOLOGIE
utilizzo nuove tecnologie: No

PUBBLICAZIONI (1998-2000)
studi e ricerche: 0
cataloghi e guide: 0
pubblicazioni informatiche: 0

ANNOTAZIONI
L'esposizione è in via di rapida trasformazione; si prevede di arrivare nei prossimi anni a definire compiutamente un percorso a carattere storico.

BIBLIOGRAFIA ESSENZIALE
- GIUNTINI, A., Leopoldo e il treno: le ferrovie nel Granducato di Toscana (1824-1861), Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane, 1991
- GIUNTINI, A., Contributo alla formazione di una bibliografia storica sulle ferrovie in Italia, Milano, Società nazionale di mutuo soccorso fra ferrovieri e lavoratori dei trasporti, 1989
- BERENGO GARDIN, P. (a cura di), Ferrovie italiane: immagine del treno in 150 anni di storia, Roma, Editori Riuniti, 1988

persone intervistate: Vincenzo Ruocco, Responsabile
data compilazione: 16/01/2003
compilatore: Carlo Triarico

Inizio