logo Museo Galileo - Istituto e Museo di Storia della Scienza
  • Sala vendita della Farmacia Pitti, Firenze.zoom in altra finestra
  • Retro della sala vendita della Farmacia Pitti, Firenze.zoom in altra finestra

Farmacia Pitti

Alcuni documenti attestano l'esistenza di una spezieria in piazza San Felice fin dal 1427, ancora ricordata nel 1666. Dal 1775 le vicende di questa spezieria si intrecciano con quelle della spezieria granducale che proprio in quell'anno fu spostata da Palazzo Pitti a piazza San Felice. La farmacia attuale tuttavia databile fra il 1805 e il 1837. Dal catasto del 1837 risulta, infatti, proprietario e gestore di questa farmacia Gaspero Puliti di Giovacchino che, noto speziale al servizio del Granduca fino al 1806, aveva aperto al pubblico una sua farmacia.

Gli arredi del retro della sala vendita, che probabilmente risalgono all'epoca di apertura, sono costituiti da una scaffalatura con colonne, timpani con scritte, trabeazioni, capitelli e fregi, che terminano in alto con una serie di vasi e di busti. Parte integrante dell'arredo il banco a forma di fagiolo con cassetti e piano in marmo di Carrara. Pi recente l'arredo della sala vendita, formato dal banco di vendita e da una scaffalatura in legno bianco. La farmacia conserva numerosi oggetti vitrei e ceramici.

****************************

Scheda a cura di Antonella Gozzoli

Data aggiornamento 30/gen/2008